- ore  
home chi siamo aree geopolitiche speciali asians grandi temi multimedia servizi contatti


Azienda-Giappone:
dove evaporano i cinquantenni


(Quasi) crisi economica e (forte) crisi d'identit aziendale in Giappone.
A farne le spese sono gli amakudari ("discesi dal cielo") i manager di alto livello, perlopi pensionati di enti pubblici, che un tempo "ritornavano sulla terra" come amministratori e consulenti di aziende private. Per essi oggi gli spazi si riducono, in una situazione aziendale diversa e ricca di esuberi. L'esempio della Sony che ha clamorosamente ridotto a un quarto il numero dei consiglieri di amministrazione, non probabilmente l'unico.
Complessivamente i maggiori perdenti - non in termini di impiego (il licenziamento resta una soluzione eccezionale) ma in quelli di qualit del lavoro - sono quelli della generazione del boom demograficao del primo dopoguerra. Con le loro compagnie che si confrontano con una sempre pi aspra competizione da parte delle aziende straniere, soprattutto quelle dei "draghi" economici dell'Asia, il taglio dei costi all'ordine del giorno. E a farne le spese sono i manager di mezza et, "ceduti" dalle grandi aziende a sussidiarie e affiliate anche all'estero senza speranza di rientro alla casa-madre: "Nella nostra azienda i dipendenti fra i quaranta e i cinquant'anni stanno semplicemente scomparendo" affermava gi un paio di anni fa un "quadro" della conglomerata Sumitomo, colosso da 25 mila dipendenti. A lui e a molti altri non mancano certo i motivi di risentimento verso le aziende e la societ nel suo complesso che, in buona sostanza, li stanno "scaricando". Infatti uno dei non-segreti del cosiddetto "miracolo economico" giapponese che non si trattava di un miracolo, ma di qualcosa costruito sulle spalle di "colletti bianchi" (sarariman) disciplinati come soldati, impegnati in una guerra che dava come ricompensa un lavoro a vita e una vasta gamma di benefici all'interno di un'azienda che era insieme "culla", "casa" e "tomba". Anzianit aziendale e legami personali con i fondatori erano considerate virt essenziali.
Ora emergono nuovi manager pi giovani, scelti fra i ranghi medi e spesso con esperienza internazionale; mentre le compagnie riducono il personale, la scelta dei dirigenti spesso viene indirizzata su professionist strappati alla concorrenza, energici e ricchi di idee.
Cos, spontaneamente, viene ad incrinarsi la visione eroica del manager giapponese, artefice e insieme vittima della crisi; si sfuma ulteriormente la sua immagine grigia, spesso volontariamente dimessa per non dare l'impressione di essere troppo al di sopra della "classe media" cui tutti i giapponesi credono - o credevano - di appartenere. Emerge una nuova concezione di dirigente, aggressivo al punto da abbandonare l'azienda se tagliato fuori dal processo decisionale, che sfoggia il proprio benessere in auto lussuose, vestiti firmati e compagnie appariscenti. Un altro esempio sono i dipendenti che si trasformano in imprenditori; un trend favorito dalle stesse imprese attraverso la vendita di partecipazioni azionarie a prezzi di favore ai propri dirigenti e impiegati.
Va da s che non tutti riescono a reagire a questi cambiamenti di cui nessuno ha scritto le regole; cambiamenti che sembrano anticipare la fine di una concezione etica, prima che produttiva. Da qui i suicidi, che testimoniano l'incapacit di reazione di molti e la protesta portata all'estremo di alcuni. Certi ma poco documentati o pubblicizzati anche i casi di karoshi, la morte da superlavoro. Se vero, come affermano le statistiche (Nikkei, 2004), che solo il 26,7% dei lavoratori ambosessi tra i 20 e i 29 anni d'et lavora tra 20 e 50 ore di straordinario al mese (ma l'1,7% arriva fino ad 80), e solo il 30% ha dichiarato di temere la morte per sovraffaticamento, il 66,7% ha confessato di avere lavorato oltre il normale orario di lavoro nonostante si sentisse male.

Stefano Vecchia
12 Agosto 2006





ID articolo: 0034
Data: 2006-07-30
Sezione: asians
Titolo: Azienda-Giappone: dove evaporano i cinquantenni
Autore: Stefano Vecchia
Dimensione: 3971 bytes



 versione stampabile  segnala ad un amico torna su 
Utenti Online: 1 Pagine visitate: 6122

Equatoria.it - Informazione su Asia, Africa e Medio Oriente - www.equatoria.it - info@equatoria.it
"Registrazione al Tribunale di Milano n. 881 del 22.11.2005" - Direttore responsabile: Enrico Casale

Il materiale pubblicato liberamente riproducibile con ogni mezzo per fini non commerciali a patto di citare la fonte, salvo ove diversamente specificato.
In caso di utlilizzo commerciale necessario contattare la redazione per richiedere l'autorizzazione.