- ore  
home chi siamo aree geopolitiche speciali asians grandi temi multimedia servizi contatti


La riposante arte della pennichella


Vivendo in Asia viene pi di un dubbio che forse dovremmo avere un approccio alla vita di tipo iberico piuttosto che germanico. Ovvero, trasposto a queste latitudini, di tipo sudorientale rispetto a quello giapponese o coreano.
Iniziare la giornata lavorativa con la prospettiva di una siesta nel primo pomeriggio, ad esempio, assai pi attraente che sapere di avere davanti un orario di lavoro lungo e ininterrotto, ma come tutte le necessit diventa tale solo se ci viene proposta o ne arriviamo a conoscenza casualmente. Da noi, Primo Mondo avanzato (ovviamente facendo una media nazionale rapportata alla media europea, per non scontentare nessuno) un riposo pomeridiano , per ben che vada, appannaggio di fasce d'et agli antipodi: anziani e bambini piccoli, ma in buona parte del Sudest asiatico lo si riporta al centro, lo si elegge a momento topico e a necessit quando non addirittura a fringe benefit. Addirittura diventa un nuovo elemento culturale, se non altro nel senso che va a riempire tutti gi spazi lasciati liberi da attivit occupazionali, sociali, fisiologiche e riproduttive finendo per coinvolgere anche - per simpatia o necessit -gli stranieri di lunga permanenza.
Ecco che, forse, dovremmo guardare con pi attenzione alla Thailandia, che ha fatto della pennichella un'arte. A Bangkok molto praticata, ma in tutta la Thailandia una vera e propria passione che ha estimatori (molti), critici (pochi) e oppositori (rari e probabilmente in via d'estinzione). I momenti della giornata in cui possibile o consigliabile questa semplice e poco dispendiosa attivit sono numerosi e pressoch nulle le spiegazioni richieste. Per un thailandese un sonnellino ristoratore pu avverarsi ovunque: sui mezzi di trasporto (meglio quelli con aria condizionata, comunque con il vantaggio di poter scegliere la versione seduta e in piedi), in un nightclub, dietro il bancone di un negozio, nello spogliatoio di un centro sportivo e pressoch ovunque si svolgano attivit lavorative che non richiedono movimento. Non a caso la pennichella viene spesso riportata nelle statistiche tra gli hobby degli abitanti del Paese del Sorriso.
Anzi, vi sono situazioni o luoghi in cui addirittura viene promossa come parte di un lavoro di qualit. il caso di una sede municipale di Bangkok, che - come riportato dal Bangkok Post - si appositamente attrezzata. A una certa ora del pomeriggio, le luci vengono spente e i dipendenti si prendono il loro riposino. I funzionari del muncipio sostengono che la pennichella rinvigorisce gli impiegati. Addirittura stata predisposta un'apposita stanza addolcita da musica in sottofondo e fiori abilmente disposti dove collocare questo rito collettivo. Sottoposto per a rigide regole, come quelle che definiscono la gestione dei cellulari o le eventuli pause. La durata? Circa mezz'ora, considerato tempo ottimale. La frequenza non obbligatoria, ovviamente, ma consigliata, per non creare disarmonie nella categoria e scompensi psicologici nei reticenti.

Stefano Vecchia
28 Marzo 2007





ID articolo: 0061
Data: 2007-04-20
Sezione: asians
Titolo: La riposante arte della pennichella
Autore: Stefano Vecchia
Dimensione: 3150 bytes



 versione stampabile  segnala ad un amico torna su 
Utenti Online: 1 Pagine visitate: 6146

Equatoria.it - Informazione su Asia, Africa e Medio Oriente - www.equatoria.it - info@equatoria.it
"Registrazione al Tribunale di Milano n. 881 del 22.11.2005" - Direttore responsabile: Enrico Casale

Il materiale pubblicato liberamente riproducibile con ogni mezzo per fini non commerciali a patto di citare la fonte, salvo ove diversamente specificato.
In caso di utlilizzo commerciale necessario contattare la redazione per richiedere l'autorizzazione.