- ore  
home chi siamo aree geopolitiche speciali asians grandi temi multimedia servizi contatti


Sudafrica, ricchezza ma non per tutti


Il Sudafrica un Paese a due velocit in cui convivono livelli di benessere simili a quelli delle economie pi avanzate e livelli di povert al limite della sussistenza. Il Paese ricchissimo di materie prime ( il primo produttore mondiale di platino, il terzo di oro e il quarto di diamanti), ha imprese allavanguardia in settori chiave come le telecomunicazioni, lenergia e i trasporti, ha una Borsa valori tra le pi importanti al mondo (per capitalizzazione la prima in Africa e la 16a nel mondo). Questa ricchezza ancora controllata in gran parte dalla minoranza bianca la quale, se vero che con la fine dellapartheid ha ceduto alla maggioranza nera il potere politico, non ha mai rinunciato alla leadership economica. Manager e impiegati bianchi hanno redditi simili a quelli europei. Non solo: il 70% delle terre coltivabili sono in mano ad agricoltori bianchi. A fare da contraltare c la povert in cui vive la stragrande maggioranza della popolazione nera: il 43% dei sudafricani vive infatti al di sotto del livello di povert (un dollaro al giorno), due milioni di famiglie abitano in bidonville, la disoccupazione interessa il 40% della forza lavoro. Questa situazione porta con s un forte divario di reddito. Secondo la lista degli Stati stilata dallOnu in base al livello di distribuzione del reddito in ciascun Paese, il Sudafrica al 116 posto su 124 Paesi (lItalia 52a). Per far fronte a questa sperequazione, il governo di Pretoria ha cercato di varare alcune politiche di discriminazione positiva, che per non sempre hanno avuto successo. Nel 1994, per esempio, il primo governo dellAnc si posto come obiettivo la redistribuzione a contadini neri di almeno il 30% delle terre coltivabili (24,6 milioni di ettari) entro il 2014. Nel 2009 per erano stati ridistribuiti solo 5,5 milioni di ettari, cio il 6,7% delle terre coltivabili. Non solo, il 90% di questi appezzamenti ridistribuiti, secondo quanto ha denunciato Gugile Nkwinti, ministro delle Riforme agrarie, oggi improduttivo e rischia di essere nuovamente venduto agli agricoltori bianchi. Nel 2003, il governo di Thabo Mbeki ha poi promosso una legge (Black Economic Empowerment Act) per favorire la formazione di manager africani da inserire in societ a fianco di imprenditori bianchi. Grazie a questo provvedimento, negli anni si andata creando una piccola classe media nera, che ha raggiunto i livelli di reddito dei colleghi bianchi.

Enrico Casale
20 Maggio 2010





ID articolo: 0148
Data: 2010-05-20
Sezione: areegeopolitiche
Titolo: Sudafrica, ricchezza ma non per tutti
Autore: Enrico Casale
Dimensione: 2559 bytes



 versione stampabile  segnala ad un amico torna su 
Utenti Online: 1 Pagine visitate: 6143

Equatoria.it - Informazione su Asia, Africa e Medio Oriente - www.equatoria.it - info@equatoria.it
"Registrazione al Tribunale di Milano n. 881 del 22.11.2005" - Direttore responsabile: Enrico Casale

Il materiale pubblicato liberamente riproducibile con ogni mezzo per fini non commerciali a patto di citare la fonte, salvo ove diversamente specificato.
In caso di utlilizzo commerciale necessario contattare la redazione per richiedere l'autorizzazione.